Come guadagnare online con le affiliazioni

Il post di oggi sarà un po’ diverso dal solito: non si tratta infatti di un tutorial. Piuttosto, parleremo di come guadagnare online con le affiliazioni.

Recentemente, mi è capitato di leggere un report sulle affiliazioni molto interessante ed ho deciso di riproporne i punti salienti qui su il nostro Blog. Il report si focalizza principalmente sul mercato statunitense o, comunque, anglosassone, ma include dati su 21 nazioni.

Come per tante cose che riguardano il web ed il web marketing, Stati Uniti e Regno Unito sono ancora un po’ più avanti rispetto all’Italia. Questa può quindi essere una buona occasione per prendere spunto ed ispirazione da chi lavora con volumi decisamente più importanti.

Se stai quindi pensando di creare un sito web e ti stai chiedendo in quali modi puoi guadagnare online, prendi seriamente in considerazione l’idea di creare un blog con contenuti mirati a farti generare questo tipo di rendite passive.

Vediamo subito come guadagnare online con le affiliazioni
Le affiliazioni sono una delle strategie di guadagno passivo predilette dai marketer come spiego anche nella mia guida su come guadagnare con un blog.

Infatti, permettono di guadagnare commissioni spesso generose (fino al 70% dell’importo pagato dal cliente nel caso dei prodotti digitali), con relativamente poco lavoro.

Effettivamente, se i prodotti raccomandati sono di qualità ed i link di affiliazione inseriti in un contesto valido (cioè, all’interno di un blog o di un sito dove l’utente trova informazioni realmente utili) ti permettono di guadagnare anche mentre dormi.

Questo non significa però che guadagnare online con le affiliazioni sia semplice, anzi. Tra i vari modi per guadagnare online è uno dei più lenti ad ingranare, anche se è uno dei più facili da implementare.

Dovrai, infatti:

  • essere in grado di generare un buon volume di traffico. Probabilmente, solo una piccola percentuale delle visite sul tuo sito risulteranno in vere e proprie conversioni;
  • fornire informazioni utili ed esaustive ai tuoi lettori, così da essere credibile;
  • infine, essere in grado di selezionare prodotti/servizi da promuovere che siano affini agli interessi dei tuoi lettori e che abbiano un prezzo giusto.

Come vedi, ci sono diverse variabili in gioco. Per trovare qualche spunto interessante, analizziamo quindi i punti salienti del report AddStat. Scopriremo chi è l’“affiliato tipo”, come promuove il proprio sito, quanto guadagna, ed altro ancora.

Una veloce presentazione dell’“affiliato tipo”
Premetto che il report AffStat riassume i responsi degli affiliati di 21 paesi che hanno risposto al sondaggio. Si tratta quindi di un numero comunque ristretto rispetto a quanti usano questa strategia di guadagno a livello globale. Ritengo che leggere questi dati sia importante per chi aspiri a guadagnare online con le affiliazioni, se non altro perché rispecchiano le tendenze in corso.

  • La percentuale di affiliati uomini è più alta rispetto a quella delle donne (54,23% contro il 42,97%). La differenza si è decisamente ridotta rispetto al 2014, quando si parlava di un divario di oltre 30 punti percentuali.
  • La maggior parte degli affiliati hanno tra i 25 ed i 44 anni (nello specifico, 27,558% tra i 25 ed i 34, 31,86% tra i 35 ed i 44)
  • Sono aumentati anche gli affiliati tra i 45 e i 54 anni, che nel 2016 rappresentavano il 22,41% degli intervistati.

Come attrarre traffico verso il sito
Come ho già menzionato nell’introduzione, avere un buon volume di traffico è sempre importante per generare vendite e, quindi, commissioni.

Esistono diversi modi per attrarre utenti sul sito, vediamo quelli prediletti dagli affiliati che hanno partecipato allo studio:

  • 69,22% SEO – cioè, ottimizzazione per i motori di ricerca e traffico organico. Questa è una percentuale veramente alta dalla quale si capisce quanto sia importante il posizionamento su Google. Se non l’hai mai fatto, ti consiglio di iniziare a usare la SEO per il tuo sito o blog.
  • 67,32% Social Network – Ormai è risaputo che, per avere una presenza online valida, è essenziale essere presente sui social network usati dai nostri potenziali utenti. Il peso dei social media è cresciuto rispetto al 2014, superando per importanza il blogging. Sia le tue condivisioni, che quelle di chi legge il tuo blog, sono effettivamente pubblicità gratuita. È importante quindi ottimizzare al meglio il tuo sito WordPress con i social.
  • 64,48 Blogging – Fare blogging richiede tempo, però permette di trasformare gli utenti da visitatori occasionali a lettori affezionati. Scrivere regolarmente aiuta ad aumentare la tua credibilità e, se i post sono ottimizzati, anche a migliorare notevolmente il posizionamento del tuo sito su Google. Non a caso, più della metà degli affiliati che hanno partecipato allo studio hanno un blog.

A queste tre strategie principali seguono Email Marketing (41,47%), Pay-per-Click, cioè, pubblicità AdSense & co. (34,28%), passaparola (22,16%) e altre.

Content marketing e comment marketing
È interessante notare come il content marketing stia prendendo il sopravvento per quanto riguarda le strategie di promozione online: il focus è su contenuti informativi, ottimizzati per i motori di ricerca e condivisi sui social e tramite newsletter.

Il comment marketing attira solo il 3,17% del traffico. Si tratta di un’attività praticata da meno business rispetto a qualche anno fa. Se ne parla meno, ma rappresenta un’opportunità interessante, proprio perché sono meno persone a farlo. Non a caso Rand Fishkin ne ha parlato di recente in uno dei Whiteboard Fridays di Moz.

La qualità prevale sulla quantità
Il 42,17% dei partecipanti allo studio partecipa a 1-10 programmi di affiliazione. La percentuale scende all’aumentare del numero dei rapporti di affiliazione. Torniamo al punto di prima: se desideri guadagnare online con le affiliazioni, prediligi programmi, prodotti e servizi di qualità, piuttosto che la quantità.

Considera, inoltre, che avere tanti programmi non ti permette di concentrare i tuoi sforzi e può diventare difficile da gestire.

Non sottovalutare il supporto agli affiliati
Come ho già menzionato, implementare una strategia di affiliate marketing può essere più complesso di quanto sembri. Non è sufficiente aggiungere un banner alla pagina e dimenticarsene… quello è il traguardo finale!

In questo contesto, il supporto di chi offre il programma di affiliazione risulta molto importante:

ben il 49,58% degli intervistati hanno detto che il supporto di un affiliate manager (la persona che gestisce il programma di affiliazione) è importante.
Il 32,26% ha invece detto che è fondamentale per il loro business.
Le lezioni da imparare da questi dati sono:

se sei un affiliato, mettiti in contatto con il tuo affiliate manager e chiedi consigli su come migliorare le tue campagne. Probabilmente, riceverai suggerimenti utili.
se offri un programma di affiliazione, assicurati di offrire supporto ai tuoi affiliati e tieniti in contatto tramite email.
Sai che puoi vendere prodotti affiliati usando WooCommerce?

Tutti questi sforzi… ma quanto si può guadagnare online con le affiliazioni?
I profitti variano molto, però ben il 9,55% dei partecipanti allo studio guadagnano più di 100 mila dollari. Di questi, il 3,16% più di 150 mila. Ovviamente, questa non è la norma (il 48,36% guadagnano meno di 20 mila dollari), ma sicuramente è una buona indicazione del potenziale di questa strategia.

Fai parte dell Programma Affiliazione di GreenHost.it